Poker di vittorie per il Cus Trento: si inchina anche il Pergine

Cus Trento  - Pergine  86 – 61
(21-13, 43-35, 67-47, 86-61)

Cus Trento: Bailoni (31), Giordano (5), Flamini (6), Covi (12), Della Pietra (8), Vania (0), Guzzardi (0), Prescianotto (5), Gecele (14), Bambini (2), Zobele (0), Scauso (3). Alle­natore: Jakov­ljevic, vice: Dalla Torre.
Tiri da tre: 9 (Bailoni 6, Covi, Gece­le e Scauso 1). Tiri libe­ri: 9/22.

Pergine: Zavarise (10), Massari (2), Dorigoni (7), Gretter (0), Carlin (1), Martinat­ti (14), Mascaro (13), Dapic (13), Fruet (1), Rossi (0), Piva (0), Xausa (0). Allena­tore: De Palo.
Tiri da tre: 4 (Zavarise 2, Dorigoni e Dapic 1). Tiri liberi: 17/28.

Arbitri: Pedrotti e Copelli.

Arriva la quarta vittoria per il Cus, questa volta a spese di un Pergine in evidente miglioramento rispetto alle precedenti prestazioni. Senza Capitan Zago fermo per infortunio e con Zobele e Vania pre­senti soltanto per onor di firma, gli universitari prendono subito il largo (+8 nei primi 10 minuti) e, a parte il secondo periodo in equilibrio (22-22), incrementano il vantaggio fino al conclusivo +25. I ragazzi di Jakovljevic e Dalla Torre alternano ancora fasi brillanti con schemi ben eseguiti sia in attacco sia in di­fesa e momenti di minore concentrazione. Su questi alti e bassi c'è lavoro da svolgere per i due tecnici. I giovanissimi di Pergine hanno eviden­ziato maggiore grinta e un gioco in positiva evoluzione.