Intervista alla TOPSport Beatrice Cocciò

Intervista a.a. 2020/2021

 

Beatrice Cocciò con le sue compagne

Ci racconti brevemente del tuo sport e della tua specialità?

Io pratico pattinaggio sincronizzato sul ghiaccio, una specialità del pattinaggio di figura. Si tratta di uno sport di squadra in cui il gruppo è composto da 16 atlete che pattinando in modo sincrono su una base musicale eseguono figure geometriche, sequenze di passi, salti, sollevamenti e intersezioni.

Quali sono i tuoi migliori traguardi sportivi?

Tra i migliori traguardi ci sono il secondo posto allo Shanghai Trophy (gara internazionale su invito riservata alle migliori cinque nazioni al mondo), il titolo di vice-campionesse italiane assolute e la qualificazione per i campionati del mondo.

Come stai conciliando studio e sport?

Negli anni, dovendo conciliare questi due ambiti importanti della mia vita, ho imparato a distribuire il tempo a disposizione che trovavo al di fuori degli allenamenti per poter studiare ma sopratutto a cogliere e sfruttare al meglio il tempo a disposizione. 

Ritieni che le soft skills (team working, stress management, public speaking, etc.), acquisite nella pratica sportiva, ti possano essere utili negli studi universitari?

Tutte queste soft skills sono utili negli studi ma anche nella vita in generale. Ad esempio saper lavorare e cooperare con gli altri aiuta l'acquisizione di conoscenze, la capacità di gestire lo stress che può insorgere in risposta ad eventi stressanti come può essere un esame universitario, facilita la concentrazione e modula l'insorgere di emozioni disfunzionali (se presenti in quantità elevata).

Ti va di lanciare un messaggio di incoraggiamento a non mollare lo sport durante gli studi universitari ai tuoi giovani colleghi?

Lo studio e lo sport possono convivere anche durante gli studi universitari. E' possibile riuscire a inseguire i propri sogni sportivi senza dover rinunciare a costruire la strada per il proprio futuro lavorativo. Ed è proprio lo sport che insegna a perseverare quando le cose sembrano più grandi di noi.