Il Cus Trento basket corsaro a Rovereto

Junior basket Rovereto - CUS  Trento 74 - 77 (25-14, 17-25, 11-16, 21-22)

Rovereto: Bertuzzo (2), Petti (9), Botta (13), Balde (3), Bernardino (16), Vinante (6), Vettori (0), Dellantonio (10), Rosani (0), Rossaro (11), Gambirasio (0), Zamboni (4). Allenatore: Fumagalli. Tiri da tre: 12 (Rossaro 3, Dellantonio, Bernardino e Vinante 2, Balde, Botta e Petti1). Tiri liberi: 0/0.

CUS: Bailoni (16), Giordano (0), Flamini (2), Covi (24), Della Pietra (6), Zago (11), Vania (5), Guzzardi (0), Prescianotto (0), Gecele (10), Bambini (0), Scauso (3). Alle¬natore: Jakov¬ljevic, vice: Dalla Torre. Tiri da tre: 6 (Bailoni 3, Covi, Vania e Scauso 1). Tiri libe¬ri: 17/26.

Arbitri: Spinieli e Guadalupi.

Rovereto - Il Cus si aggiudica la prima partita del campionato e incamera due preziosi punti in classifica. Non è stato però facile: un primo tempo del tutto negativo ha costretto gli universitari a rivedere completamente il loro gioco. Il passaggio alla difesa a zona ha messo in difficoltà gli avversari e ha consentito ai ragazzi di Jakovljevic e Dalla Torre di recuperare e poi sorpassare i roveretani. Il lavoro da fare è ancora lungo: migliorare gli schemi d'attacco e rendere più sicura la difesa (gli zero tiri liberi concessi indicano un atteggiamento troppo “molle”) sono le due priorità di questo inizio stagione. D'altro canto si deve ricordare che, più del passato, la squadra è profondamente cambiata: sono quattro i giocatori del quintetto base dello scorso anno ad aver abbandonato. I nuovi devono avere il tempo per integrarsi e per acquisire la mentalità giusta.