Corso di laurea magistrale in Scienze dello sport

La nuova frontiera della formazione sportiva

Scade con il 21 agosto 2019 il termine ultimo per iscriversi al corso di laurea magistrale interateneo in Scienza dello sport e della prestazione fisica.
Il corso - attivato in collaborazione fra l’Università degli Studi di Trento e quella di Verona - si propone di creare figure professionali altamente specializzate, in possesso tanto delle conoscenze biomediche alla base della preparazione tecnica e atletica quanto delle competenze gestionali che rendano le loro abilità applicabili al contesto territoriale.

Il corso si articola lungo due carriere, quella relativa agli Sport individuali e di squadra, e quella focalizzata su Sport della montagna e outdoor, in cui l’Università degli Studi di Trento è coinvolta tramite il CIBIO. Il corso ha sede amministrativa a Verona, ma buona parte delle attività didattiche dell’indirizzo Sport della montagna avrà luogo nella sede trentina di Rovereto.

Ammissione

Per l'ammissione al corso è necessario il preventivo conseguimento, durante il corso di laurea di I livello, di almeno 60 CFU nei settori qualificanti di attività motorie e sportive, fisiologia, biochimica e anatomia.
È richiesta la conoscenza della lingua inglese di livello B1.
Il corso è ad accesso programmato con test di ammissione che consiste in quesiti a risposta multipla di Anatomia, Biochimica, Biomeccanica, Fisiologia dell’esercizio, Metodologia dell’allenamento, Tecniche delle attività motorie e sportive.

La data fissata per la prova di ammissione è il 16 settembre 2019.

Vedi anche:

La nuova laurea magistrale in Scienze dello sport - un articolo di Stefano Biressi e Paolo Bouquet su UniTrentoMag, che inquadra la prospettiva futura del corso.