Calo mentale in seminfinale

Vittoria meritata per il Gardolo, una sconfitta salutare per il CUS Basket

Giovedì 9 maggio

Gardolo - CUS 67 – 61 (20-10, 36-22, 55-44, 67-61)

Gardolo: Bailoni (9), Dellai (0), Savoia (2), Trivarelli (18), Bertoluzza (5), Angelini (4), Valer (14), Lazzarotto (0), Perenzoni (5), Claus (4), Gambino (6), Trinca (0). Allenatore: Bertotti. Tiri da tre: 5 (Trivarelli 2, Bailoni, Bertoluzza e Gambino 1). Tiri liberi: 26/28.

Cus: Scauso (2), Sighel (8), Montanarini (1), Bijedic (3), Bertolini (0), Zago (4), Della Pietra (0), Bertoni (0), Rinaldi (24), Rege Cambrin (6), Zobele (13). Allenatore: Jakovljevic, vice: Berselli. Tiri da tre: 6 (Zobele 3, Rinaldi 2, Sighel 1). Tiri liberi 7/18.

Arbitri: Guadalupi e Nista

Un pessimo inizio ha segnato la partita che il Cus ha perso nei confronti di Gardolo, rimettendo la semifinale in parità. Gli universitari hanno dato l'impressione di non essere nemmeno entrati in campo per i primi venti minuti. Un grave calo di concentrazione mentale pagato caro: scarsa reattività, poca precisione in attacco, difesa molle. Basti pensare all'insufficiente media nei tiri liberi. Poi la doverosa reazione che, dopo l'intervallo lungo, ha consentito ai ragazzi di Jakovljevic di recuperare una parte dello svantaggio, ma non di completare la rimonta. Per Gardolo una vittoria meritata, per il Cus una salutare lezione. Adesso si torna a Sanbapolis per la gara decisiva da dentro o fuori: chi vince si guadagnerà l'accesso alla finale. Gara 3 è in programma martedì 14 alle ore 20.45.