Cuscamp 2013: le attività tornano nel rinnovato centro polisportivo di Mattarello

Intervista a Gianluca Magno, responsabile del Cuscamp

Il professor Gianluca Magno è responsabile del Cuscamp, il progetto polisportivo del Centro Universitario Sportivo. Lo abbiamo intervistato perché ci racconti come sono state superate le momentanee difficoltà di ristrutturazione del centro polisportivo di Mattarello e per ricordarci le opportunità che il camp offre agli iscritti.

Gianluca, da qualche anno il Cuscamp offre ai bambini e ai ragazzi tra i 6 e i 14 anni la possibilità di praticare diverse attività ricreative e di gioco nella struttura attrezzata e completamente sicura del centro polisportivo di Mattarello, centro che però quest’anno è stato ristrutturato e quindi temporaneamente inagibile. Come avete affrontato il cambiamento?

Abbiamo superato ogni difficoltà anche e soprattutto grazie alla positiva collaborazione che da sempre ci lega all’Opera Universitaria. Ma andiamo con ordine: Il Cuscamp in questi 4 anni come hai detto si è svolto presso la struttura di Mattarello. I lavori di ristrutturazione di quest’anno sono terminati all’inizio di luglio e dunque abbiamo dovuto cercare un’altra location che potesse accogliere le iscrizioni delle settimane a partire dal 17 giugno sino al 5 luglio. Grazie al lavoro del presidente del CUS (dottor G. Tasin) e del vice-direttore del CUS (A. Pontalti) di concerto con il responsabile della struttura dell’Opera universitaria (dottor G. Voltolini) e il presidente dell’Opera Universitaria (professor F. Zuelli) abbiamo svolto il Cuscamp presso la struttura di S. Bartolameo. In questo modo siamo riusciti a far partire il camp e contemporaneamente soddisfare le esigenze di circa 150 iscrizioni nelle tre settimane di permanenza. Nello studentato di S. Bartolameo abbiamo trovato la collaborazione necessaria per mettere la struttura in condizione di accogliere gli iscritti che hanno, tra l’altro, molto apprezzato i campi polisportivi.

Quindi dall’8 luglio siete tornati nella struttura rinnovata di Mattarello, la location “storica” del Cuscamp

Infatti, voglio a questo proposito ringraziare il dottor Alessandro Leveghi e il dottor Luca Battisti per la collaborazione prestata nel predisporre il complesso polisportivo di Mattarello in base alle esigenze del Cuscamp e per la disponibilità della struttura dell’Augsburgher Hof. Un grazie lo rivolgo anche ai miei istruttori che con passione e competenza stanno svolgendo un lavoro assai delicato ma altrettanto divertente.

Tutto è bene quel che finisce bene, quindi. Credo che a questo punto sia utile ricordare ai lettori la filosofia del Cuscamp, le sue attività principali e le sue tempistiche. Ci puoi dare qualche sintetica informazione in merito?

La filosofia del camp è improntata al rispetto delle regole, alla collaborazione serena con i compagni e al confronto corretto con gli avversari. La formula del Cuscamp prevede che i partecipanti pratichino a rotazione varie discipline sportive (atletica leggera, basket, baseball, pallavolo, pallamano, rugby, badminton, tennis, beach volley, beach tennis, green volley, unihockey e – presso il lago di Caldonazzo - vela). La rotazione delle attività dà ai ragazzi stimoli diversi, alimenta lo spirito di squadra e la capacità di collaborare in un ambiente dinamico e sereno. Le attività si svolgono dalle 07.45 alle 18.00 con pausa pranzo indicativa dalle 12.00 alle 14.00 preso la mensa il cui programma è concordato con un nutrizionista. Gli istruttori del Cuscamp Multisport sono laureati in Scienze motorie e diplomati ISEF e seguono con attenzione e continuità i ragazzi. Rinnovo pertanto l’invito a tutti coloro che vogliono passare una settimana sportiva all’insegna del divertimento e dei valori fondamentali che lo sport insegna, a contattarci.

Intervista a Gianluca Magno, responsabile del CUSCAMP